“Gelato Spaziale” per gli studenti delle Superiori di Orvieto, al via il bando per uno spot sull’inclusione

Comitato CICASCO, Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto-DigiPASS di Orvieto CESVOL Umbria e ODV Lo sportello del cittadino, al fine di potenziare il livello di conoscenza delle diversità e favorire l’integrazione di ciascun individuo superando limiti e pregiudizi che incidono sulla qualità di vita e sulle pari opportunità, promuovendo l’accettazione, il rispetto e la valorizzazione delle differenze e dell’unicità di ogni individuo,  indicono la prima edizione del concorso “GELATO SPAZIALE” .
Un cono gelato, un oggetto alla portata di tutti, simbolo gustoso e giocoso, dal bambino all’adulto. Un oggetto consueto ma trasportato in un ambiente “spaziale”.
Un binomio divertente tra ciò che è ordinario e ciò che è estraneo e diverso.
Il bando di concorso prevede la realizzazione di uno spot della durata massima di 30 secondi. Sarà possibile, per chi lo riterrà utile, usufruire del tutoraggio e degli spazi del DigiPASS di Orvieto (previo appuntamento). Possono partecipare al concorso singoli studenti, classi o gruppi di studenti di classi diverse delle scuole secondarie di secondo grado.
Le opere devono essere in grado di favorire l’integrazione di ciascun individuo, superando limiti e pregiudizi che incidono sulla qualità di vita e sulle pari opportunità, attraverso l’abbattimento delle barriere fisiche e culturali.
L’inclusione delle differenze è il tema di vita scolastica che, ancora oggi, movimenta di più il mondo degli insegnanti. La conformazione che le classi presentano rispecchia la complessità sociale odierna e, rispetto al passato, risulta certamente più articolata e pluralistica.
Nelle classi la presenza di alunni con disabilità certificata è una realtà variegata, inoltre, accanto a questi, sono presenti anche allievi con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA), con situazioni psicosociali e/o familiari problematiche, ragazzi con comportamenti complessi da gestire o figli di cittadini di nazionalità non italiana.
La continua e incessante ricerca di qualità dell’inclusione è, in realtà la ricerca di una qualità del fare scuola quotidiano per tutti gli alunni. Una commissione di cinque membri, composta dai rappresentanti nominati dai soggetti proponenti e da esperti del settore, valuterà i lavori pervenuti da ciascun partecipante (in un numero massimo di 100 opere), selezionerà le migliori proposte e proclamerà i vincitori. Il giudizio della commissione è insindacabile. 
La premiazione avverrà entro il mese di maggio 2022.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.