Presentato il Progetto “Cuore di Sport Giovani Orvieto”

NewsCommenti disabilitati su Presentato il Progetto “Cuore di Sport Giovani Orvieto”

foto_present_Cuoredi Sport 23.04.2016

Riguarda la prevenzione della “morte cardiaca improvvisa” e delle patologie cardiache in età giovanile. Sinergia tra Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto”, Associazione “Cuore di Sport”,  U.O. di Cardiologia dell’Ospedale “Santa Maria della Stella” di Orvieto e Scuole orvietane

COMUNICATO STAMPA n. 305/16 G.M. del 23 aprile 2016
Al via il Progetto “Cuore di Sport Giovani Orvieto” per la prevenzione della “morte cardiaca improvvisa” e delle patologie cardiache in età giovanile
• Nel prossimo mese di maggio saranno rilevati 300 tracciati elettrocardiografici su altrettanti studenti degli Istituti Scolastici dell’Orvietano
• Il progetto è condotto dalla Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto” con il patrocinio del Comune ed il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, in collaborazione con l’Associazione “Cuore di Sport”, l’U.O. di Cardiologia dell’Ospedale “Santa Maria della Stella” di Orvieto e le Scuole 
(ON/AF) – ORVIETO – La Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, grazie al contributo concesso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Orvieto, sta per avviare un progetto di screening elettrocardiografico per la diagnosi precoce di patologie cardiovascolari occulte che spesso si manifestano con “morte cardiaca improvvisa”.
L’obiettivo primario che s’intende perseguire con il Progetto “Cuore di Sport Giovani Orvieto” è, infatti, quello di tracciare un profilo epidemiologico della popolazione studentesca di Orvieto, finalizzato alla prevenzione delle patologie cardiache in età giovanile, soprattutto attraverso la promozione di corretti stili di vita.
Il progetto è condotto in collaborazione con l’Associazione “Cuore di Sport”, impegnata da anni nella prevenzione della morte improvvisa nei giovani e che, ad oggi, ha eseguito oltre 34.000 controlli nelle scuole superiori di diverse regioni italiane che hanno permesso di rilevare una percentuale di anomalie pari al 23%.
Un controllo condotto “a tappeto” sulla popolazione studentesca conferma che la direzione imboccata è quella giusta: i controlli ECG vanno fatti a tutti e non solo a chi ha la fortuna di intraprendere attività agonistiche, dove questa attenzione rappresenta o, meglio, dovrebbe ormai rappresentare la prassi ordinaria.
Il progetto, patrocinato dal Comune di Orvieto, si avvale della fondamentale collaborazione degli Istituti Scolastici dell’Orvietano, presso le cui sedi saranno rilevati durante il prossimo mese di maggio 300 tracciati elettrocardiografici su altrettanti studenti.
Il Board scientifico del progetto è costituito dal Dott. Roberto Poscia e dal Dott. Roberto Badagliacca, cardiologi e collaboratori del Centro Studi Città di Orvieto. Il coordinatore medico è il Dott. Raffaele De Cristofaro, Responsabile dell’U.O. di Cardiologia dell’Ospedale Santa Maria della Stella di Orvieto.
Il Board scientifico, insieme al gruppo di cardiologi coordinato dal Dott. De Cristofaro, valuterà gli ECG ottenuti per caratterizzare il ruolo prognostico dello screening elettrocardiografico nei giovani, studenti per predire patologie cardiovascolari e per stilare un profilo epidemiologico della popolazione scolastica di Orvieto.
Un’anamnesi dettagliata verrà raccolta tramite questionario, poi ogni studente verrà sottoposto ad elettrocardiogramma a 12 derivazioni.
Gli studenti riceveranno il referto dell’elettrocardiogramma con eventuali indicazioni ad eseguire esami di secondo livello presso l’Ospedale di Orvieto o esami di terzo livello da eseguire in ambiente universitario quando indicati, in accordo con le linee guida in materia. Il follow up a 12 e 24 mesi verrà eseguito per via telefonica.
_______________________
Il Progetto “Cuore di Sport Giovani Orvieto” è stato presentato questa mattina in Comune nel corso di una conferenza stampa dal Sindaco Giuseppe Germani, dal Presidente del Consiglio Comunale Angelo Pettinacci; dal presidente della Fondazione C.S.C.O. Matteo Tonelli, Dott. Danilo Margani, Presidente dell’Associazione “Cuore di Sport”, dai  Dott.ri Roberto Poscia e Roberto Badagliacca cardiologi componenti del Board scientifico del progetto, dal Dott. Raffaele De Cristofaro coordinatore medico del progetto.
“Il progetto ha un’alta valenza socio-sanitaria e costituisce – ha detto il Sindaco, Giuseppe Germaniun grande contributo per migliorare la conoscenza delle patologie a cui potrebbero essere esposti i nostri ragazzi. E’ infatti un importante strumento di conoscenza preventiva su cui basare l’osservazione della salute dei giovani in ogni fase della loro crescita ed ambiente di vita: famiglia, scuola, sport. Siamo grati alla Fondazione CRO che sostiene l’iniziativa e alla Fondazione Centro Studi che, attraverso questo progetto calibrato sul nostro territorio, amplia la gamma delle collaborazioni di livello scientifico che, come in questo caso, hanno una ricaduta positiva sul benessere dei giovani, target primario di riferimento del CSCO. E’ importante iniziare una operazione di monitoraggio e di studio che si può esportare in altre realtà, così come lo è la collaborazione fra il nostro Ospedale e strutture sanitarie all’avanguardia in questo campo. Questa esperienza colloca il nostro territorio come esempio a livello regionale. Restiamo in attesa del prossimo appuntamento con i risultati degli screening”. 
Il Presidente dell’Associazione “Cuore di Sport”, Dott. Danilo Margani, ha dichiarato: “il progetto è partito da Roma 4 anni fa, con l’ambizione di andare a sensibilizzare sul tema della prevenzione cardiologica degli studenti e Scuole. Riteniamo che l’approccio con la salute del proprio corpo e del proprio cuore, sia un momento importante per i ragazzi che si affacciano al mondo delle prime attività sportive. Con la dovuta informazione essi iniziano infatti a conoscere meglio il proprio corpo e l’importanza di un corretto stato di forma. Lo screening svolto finora su 34 mila giovani studenti delle scuole medie e superiori in varie regioni e città italiane, è un’esperienza notevole, un ECG a riposo consente di evidenziare l’80% di anomalie cardiache, quindi poiché oggi l’obbligo di eseguire un ECG vige soltanto per chi fa attività sportiva agonistica, è particolarmente importante rilevare tracciati ECG mirati anche su ragazzi che non fanno agonismo. Il ‘Cuore pulsante’ del progetto sono proprio le Scuole”.
I dettagli del progetto sono stati illustrati dai Dottori Roberto Badagliacca e Roberto Poscia cardiologi, e membri del Board scientifico del progetto, i quali hanno altresì ipotizzato “una seconda fase del progetto che consiste nell’istruire gli stessi giovani ad affrontare eventuali emergenze”.
“Il reparto di Cardiologia dell’Ospedale di Orvieto – ha detto inoltre il Dott. Raffaele De Cristofaro, coordinatore medico del progetto – interverrà nell’iniziativa assicurando la diagnostica di secondo livello con esami destinati ai soggetti nei quali sia stata rilevate anomalie del tracciato ICG ed ha posto in evidenza la valenza epidemiologica del progetto con esami mirati che consentono di rilevare alterazioni non altrimenti rilevabili con i semplici esami di routine”. 
Dal canto suo il Presidente della Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto, Matteo Tonelli, ha sottolineato come “questa prima operazione di ‘screening’ rivesta un carattere di ‘intervento pilota’, dagli esiti del quale dipenderà l’eventuale riproposizione del progetto nei prossimi anni”, con l’auspicio che “questa indagine epidemiologica possa divenire sistematica e rientrare nella programmazione ordinaria degli interventi finalizzati alla prevenzione delle patologie cardiovascolari in età giovanile”.
Infine, il Presidente del Consiglio Comunale, Angelo Pettinacci ha posto in risalto la “sinergia positiva che, grazie a questo progetto, si è stabilita tra diversi soggetti istituzionali a partire dalle Scuole del territorio di cui ringrazio i dirigenti Busà, Bellini, Gaudino, Struzzi; territorio che, peraltro, era già sensibilizzato sui temi della prevenzione cardiologica grazie agli interventi già condotti nell’ambito del progetto ‘Città Cardioprotetta’. Speriamo che nei prossimi anni si metteranno a disposizione altri soggetti per sostenere questo progetto”.
Orvieto, sabato 23 aprile 2016

Comments are closed.

Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto - P. IVA 01288060559