“Antibioticoresistenza: un problema trasversale” – Corso di formazione ECM

NewsCommenti disabilitati su “Antibioticoresistenza: un problema trasversale” – Corso di formazione ECM

Corso del Piano 2017 degli interventi formativi rivolti al personale del Sistema Sanitario Regionale dell’Umbria (DGR 177 del 27/02/2017)

Collaborazione tra la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche, il CE.R.S.AL. e la Fondazione per il Centro Studi “Città di Orvieto”

Venerdì 13 ottobre p.v., ore 9 – 18, Aula Magna del Centro Studi “Cittàdi Orvieto”, Palazzo Negroni (ex Tribunale), Piazza Corsica, 2

Riconosciuti 8 crediti ECM

 

PREMESSA
Negli ultimi anni si sente parlare spesso di antibioticoresistenza che, a detta dell’OMS, rappresenta “una delle maggiori minacce per la salute globale”, motivo per cui è una delle tematiche d’interesse delle attività del Centro di Ricerca e formazione per la Salute unica e l’Alimentazione (CE.R.S.AL.).
Lo sviluppo e l’impiego degli antibiotici ha rivoluzionato l’approccio al trattamento e alla prevenzione delle malattie infettive e delle infezioni ritenute in passato incurabili.
Il fenomeno dell’antibioticoresistenza ha accompagnato l’evoluzione dei batteri nella competizione per le fonti trofiche. L’uso degli antibiotici nel settore umano e nel settore veterinario ha portato alla selezione di batteri in grado di sopravvivere in un determinato ambiente sfavorevole, grazie a mutazioni genetiche o per acquisizioni geniche.
Oggi questa problematica è diventata una vera e propria priorità di sanità pubblica a livello mondiale, non soltanto per le importanti implicazioni cliniche (aumento della morbilità, letalità, durata della malattia, possibilità di sviluppo di complicanze, possibilità di epidemie), ma anche per la ricaduta economica delle infezioni da batteri antibioticoresistenti. Inoltre, la comparsa di patogeni resistenti contemporaneamente a più antibiotici (multidrug resistance) riduce ulteriormente la possibilità di un trattamento efficace.
Il problema della resistenza agli antibiotici è complesso poiché fondato su molteplici fattori: l’aumentato uso di questi farmaci (incluso l’utilizzo non appropriato), la diffusione delle infezioni ospedaliere da microrganismi antibioticoresistenti (e il limitato controllo di queste infezioni), un aumento dei viaggi internazionali e quindi una maggiore diffusione dei ceppi.
Attualmente quasi tutti gli antibiotici impiegati nella terapia umana trovano riscontro in analoghe molecole registrate anche per uso veterinario. La disponibilità ed i quantitativi utilizzati nel settore veterinario hanno favorito nel corso degli ultimi decenni l’emergenza e la diffusione di resistenze a tutte le classi di antibiotici utilizzate in batteri di origine animale.
Tutto ciò ha innescato un intenso dibattito anche sull’uso degli antibiotici nelle produzioni animali, considerando l’impatto che le quantità e le modalità di utilizzo nel settore animale hanno sull’uomo passando attraverso le filiere produttive. Il dibattito si è più recentemente alimentato anche per l’uso che si fa degli antibiotici negli animali da compagnia, cosa che aumenta i possibili rischi legati alla convivenza domestica con l’animale.
Nell’Unione Europea, ECDC EMA ed EFSA stimano che circa 25.000 pazienti muoiono ogni anno per infezioni causate da batteri multiresistenti ed i costi relativi sono stimati a circa 1,5 miliardi di euro all’anno.
Per la gestione di tali rilevanti questioni è fondamentale un approccio One Health che comprenda sia la medicina umana che veterinaria, vista la rilevanza dei legami tra stato di salute o di malattia negli animali e stato di salute negli esseri umani.
OBIETTIVO DEL CORSO
Illustrare il fenomeno dell’antibioticoresistenza, i meccanismi animale /uomo che lo producono e gli approcci gestionali al problema in Europa ed in Italia.
PROGRAMMA DIDATTICO
08.30 – 09.00: Registrazione partecipanti
9.00- 9.15: Saluti istituzionali
Luca Barberini, Assessore Sanità, Coesione sociale e Welfare della Regione Umbria
9.15-9.45: Apertura Lavori
Franco Moriconi, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia
Silvano Severini, direttore generale Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche
Umberto Agrimi, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare ISS
9.45 – 10.00: Introduzione al corso
Gianni Giovannini, responsabile del Servizio Prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria
10.0 – 12.00: I SESSIONE
10.00 – 10.45 L’antibioticoresistenza. Un problema globale
Negli animali, Antonia Ricci, IZS Venezie
10.45 – 11.15 Pausa caffè
11.15 – 12.00 L’antibioticoresistenza. Un problema globale
Nell’uomo, Annalisa Pantosti, ISS
12.00 – 13.00: II SESSIONE
Modera Luca Mechelli, Università degli Studi di Perugia.
12.00 – 13.30 La gestione dei farmaci il paradigma della Regione Umbria
1.La farmacovigilanza veterinaria, Marinella Capuccella, IZSUM
2.L’uso dei farmaci in Umbria, Marco Cristofori, CERSAL
13,30 – 15,00 Pausa Pranzo
15.00 – 17.00: III SESSIONE
Modera Umberto Agrimi, ISS
Il problema, le sue conseguenze e la gestione in Italia
1. Lo stato dell’arte nel mondo veterinario, Antonio Battisti, Alessia Franco, IZS del Lazio e della Toscana
2. Lo stato dell’arte in medicina umana, Alessandra Carattoli, ISS
17,00 – 17,30 discussione in plenaria, Giovanni Filippini, IZS Umbria e Marche
17,30 – 18,00 Conclusioni, Carmen Maresca, IZS Umbria e Marche
TEST ECM
RELATORI:
Umberto AGRIMI, direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare ISS
Antonio BATTISTI, responsabile della Direzione Operativa Diagnostica Generale e del Centro di Referenza Nazionale per l’antibioticoresistenza del settore veterinario, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana.
Marinella CAPUCCELLA, referente regionale del Centro Regionale di Farmacovigilanza Veterinaria Umbria, Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche.
Alessandra CARATTOLI, dirigente di ricerca Istituto Superiore di Sanità.
Marco CRISTOFORI,responsabile dell’U.O. di Sorveglianza e Promozione della Salute della AUSL Umbria 2 e coordinatore scientifico del Centro di Ricerca e formazione per la Salute unica e l’Alimentazione (Ce.R.S.Al.),
Giovanni FILIPPINI, direttore sanitario Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche
Alessia FRANCO, dirigente veterinario della Direzione Operativa Diagnostica Generale e del Centro di Referenza Nazionale per l’antibioticoresistenza del settore veterinario, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Lazio e della Toscana.
Gianni GIOVANNINI, responsabile del Servizio Prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare della Regione Umbria.
Carmen MARESCA, responsabile – Osservatorio Epidemiologico Umbria, IZSUM CERSAL
Luca MECHELLI, direttore del Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia.
Franco MORICONI, Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Perugia.
Annalisa PANTOSTI, dirigente di ricerca dell’ Istituto Superiore di Sanità.
Antonia RICCI, direttore del Dipartimento per la sicurezza alimentare, Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie e Chair Biohaz Panel, EFSA
Silvano SEVERINI, direttore generale dell’ Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria e Marche.
DESTINATARI
Medico Chirurgo, Medico Veterinario, Farmacista, Chimico, Biologo ed altre professioni sanitarie dipendenti del SSR dell’Umbria che operano nel settore specifico.
OBIETTIVO ECM NAZIONALE
Farmacoepidemiologia, farmacoeconomia, farmacovigilanza.
NOTE ORGANIZZATIVE
Iscrizioni:
Le iscrizioni dovranno essere effettuate on-line dal sito della Scuola www.villaumbra.gov.it (Area Utenti)
Nell’“area utenti” (navigazione sinistra) cliccare su “Iscriviti OnLine” e seguire le istruzioni.
Le iscrizioni vanno effettuate entro il __11 ottobre 2017. Saranno accettate iscrizioni fino a completamento dei posti disponibili (50).
N.B. Si precisa che per l’iscrizione al corso gli operatori del SSR devono rispettare le procedure interne previste dalla propria Azienda
La partecipazione al corso è a titolo gratuito essendo l’attività finanziata dalla Direzione Salute e Coesione sociale della Regione Umbria.
Attestazione della partecipazione:
– ai sensi dell’art. 15 L n. 183 del 12 novembre 2011, la partecipazione al corso può essere autocertificata;
– ai fini della validità del corso il partecipante dovrà aver frequentato almeno il 90% del monte ore totale;
– la verifica delle autocertificazioni da parte degli Enti potrà essere effettuata ai sensi del DPR 445/00.
Crediti ECM: Il corso fornirà n. 8 crediti ECM al personale medico-sanitario che, oltre al requisito di presenza (90%), supererà il test ECM finale rispondendo correttamente almeno al 75% delle domande.
I crediti riconosciuti potranno essere consultati nel portfolio corsi di ciascun partecipante accedendo all’area riservata presente nell’AREA UTENTI del sito www.villaumbra.gov.it. Per accedere nell’area riservata si ricorda che vanno inseriti come username il proprio codice fiscale e come password i numeri da 1 a 8 (salvo modifiche da parte dell’utente).
Sede del corso: Centro Studi “Città di Orvieto” Palazzo Negroni (ex Tribunale)
Piazza Corsica, 2 – Orvieto
Durata del corso: 8 ore
Orari del corso: 9-13/14-18 – pausa caffè ore 11 – pausa pranzo ore 13.30
REFERENTE REGIONALE
Gianni Giovannini, Servizio Prevenzione, sanità veterinaria e sicurezza alimentare, Regione Umbria
IL RESPONSABILE SCIENTIFICO
Carmen Maresca, IZSUM CERSAL
SCUOLA UMBRA DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA
Responsabile ad interim sezione Sanità, Prodotti e metodologie innovative
Sonia Ercolani
Coordinamento didattico–organizzativa
Cristina Strappaghetti, c.strappaghetti@villaumbra.gov.it
Segreteria organizzativa
Simona Balducci, 075-5159728, simona.balducci@villaumbra.gov.it

 

Comments are closed.

Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto - P. IVA 01288060559